Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.232 del 8/20/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Economia
Foto Il 'dieselgste' si allarga: sospetti anche su Renault

Intanto Marchionne assicura: ‘Nessuna frode’

Il 'dieselgste' si allarga: sospetti anche su Renault

Dopo Volkswagen e Fca sospetti sulla casa francese: aperta inchiesta a Parigi

Roma - Il caso “dieselgate” si allarga: Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e Renault finisco sotto accusa per aver applicato software per fare truccare le emissioni dei motori diesel in modo che corrispondessero a quelle dichiarate nell’omologazione dei veicoli.  

E' la stessa accusa per cui la compagnia automobilistica tedesca Volswagen dovrà pagare una sanzione di 4,3 miliardi di dollari, da aggiungere ai 17,5 miliardi di dollari già concordati come risarcimento civile per la class action, perché riconosciuta colpevole dal dipartimento di Giustizia Usa di frode e violazione del Clean Air Act per aver installato sui suoi veicoli diesel un 'defeat device' che consentiva di denunciare livelli di emissioni inferiori a quelli reali. 

Dopo la polemica esplosa solo giovedì tra l'agenzia americana per la tutela ambientale e Fca, oggi è il turno della casa automobilistica Renault. Tre giudici francesi indagheranno sui dispositivi utilizzati dalla casa transalpina per controllare le emissioni dei suoi motori diesel che si sospetta siano truccati. La notizia ha fatto crollare il titolo in borsa.

E’ quanto riferisce la procura di Parigi. La notizia ha fatto crollare il titolo in borsa, che sta perdendo il 4,06% a 82,05 euro. Il fascicolo giudiziario è stato aperto il 12 gennaio scorso. Dopo lo scandalo Volkswagen, una commissione indipendente di esperti aveva constatato l’importante sforamento del limite massimo di emissioni inquinanti su alcuni veicoli diesel venduti in Francia da diversi costruttori, tra cui Renault. Alle undici il titolo perdeva circa il 4% alla Borsa di Parigi.

R.R.
13/1/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.





Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.