Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.207 del 7/26/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Sport
Foto Dream Team, partita di alto profilo contro i Campioni d’Italia

Sport disabili - Wheelchair hockey: quinta giornata di Campionato, Girone A

Dream Team, partita di alto profilo contro i Campioni d’Italia

Coco Loco Padova vittoriosi, ma i milanesi cedono solo per 8-4

Milano – Prova di grande orgoglio e concentrazione quella del Dream Team, nel match disputato sabato 11 marzo 2017 nel palazzetto di Via Natta. Nel presentare questa partita, soltanto una settimana fa, avevamo puntato i riflettori su due possibili chiavi di lettura: la capacità di Emanuel Farcasel dei Coco Loco Padova di essere devastante anche come unica mazza della sua squadra, e la fiducia che meritava il Dream Team da parte dei propri tifosi per quanto di buono fatto vedere nelle ultime gare.

E se Farcasel… ha fatto il Farcasel, mettendo a segno tutti i gol della sua squadra esaltato dai suoi superbi stick, la sorpresa è stata il pubblico del Dream Team, presente e caloroso tanto da rivaleggiare con la tifoseria notoriamente rumorosa dei Coco Loco. Un apporto fondamentale, in un momento difficile come quello che stanno vivendo i gialloneri in questa stagione.

Ma veniamo alla cronaca: il Dream Team recupera l’appena sfebbrato Ghislotti e lo schiera insieme alla seconda mazza La Cara e agli stick Bruno e Baidi, con Sportelli tra i pali. Coco Loco risponde con Toniolo F. in porta, la mazza Farcasel con il supporto degli stick Vittadello e Toniolo L. e, a sorpresa inizialmente, Spolaore per Schiaroli, fermo ai box per problemi con la sua carrozzina.

Il Dream Team parte guardingo, sornione invece il Coco Loco, con Farcasel che porta a spasso la palla in attesa degli eventi. Uno di questi eventi si concretizza con l’annunciato ingresso di Schiaroli in campo e guarda un po’… subito dopo i padovani trovano il primo gol (Farcasel dal giro porta insinua la palla sotto la carrozzina del ben appostato Sportelli) scompaginando i piani dei padroni di casa, che infatti capitoleranno altre 2 volte a stretto giro (ancora Farcasel, prima in contropiede solitario e poi incuneandosi sul fronte sinistro della difesa giallonera).

I milanesi non ci stanno a sparire dal match e hanno un bel sussulto con La Cara che sfrutta un prezioso assist di Ghislotti dopo giro porta. Toniolo, portiere nazionale, intercetta ma non trattiene. Però poi Farcasel ristabilisce le distanze con un perentorio fendente di esterno dalla media distanza, chiudendo il primo quarto sull’1-4.

Ma la prima frazione sarà anche l’unica a sancire in modo netto il distacco tra le 2 contendenti, giacchè nelle 3 rimanenti il Dream Team saprà battersi da pari a pari con gli avversari (con parziali di 0-1, 0-1 e 3-2), per nulla condizionato dal turn-over cui deve ricorrere il Coach Siiki per fare rifiatare soprattutto i suoi stick, con il giovane, eclettico, Masini che rileva a turno il fondamentale Bruno e l’indemoniato Baidi (a Farcasel sarà sembrato strano non ritrovarselo addosso anche negli spogliatoi, a fine partita).

Così, detto che nel finale degli ultimi 2 quarti anche Sportelli riprende fiato, sostituito in modo attento da Rutigliano, cui comunque Farcasel non vorrà far mancare un suo gol (accade nel 3° quarto), e anche Fumagalli subentra in corso d’opera, resta da parlare dell’ultimo quarto di gioco nel quale il Dream Team riuscirà a risalire la china, riportando il punteggio a proporzioni dignitose.

L’ultima frazione di gioco comincia infatti con i gialloneri di Padova (per l’occasione in maglia bianca) avanti per 6 a 1. E le cose sembrano ulteriormente peggiorare, con Farcasel che mette a segno il settimo sigillo, e non molto tempo dopo anche l’ottavo. Ma questo sarà l’ultimo squillo Coco Loco, perché da qui al termine del match segnerà solo il Dream Team, che andrà a segno 3 volte.

Ora anche i patavini alternano in campo le seconde linee, a parte l’imprescindibile Farcasel sempre in campo. Il Dream Team ha il grande merito di continuare a giocare con il massimo impegno, con La Cara e Ghislotti che si alternano nel portare palla e tutta la squadra che alterna le situazioni tattiche proposte dai tacnici Siiki e Sporrtelli. Arriva allora il gol di La Cara, con un fendente di esterno dopo una caparbia azione di Ghislotti, che si incunea nella difesa avversaria cercando con insistenza tiro o assist: 2-8.

Quindi gli arbitri Iotti (bentornato a uno degli storici fischietti del wheelchair hockey) e Peluso concedono un penalty al Dream Team e La Cara, davanti a un grade portiere come Toniolo, lo trasforma con inusitata sicurezza. Siamo 3-8 e per dare al risultato la dimensione finale manca ancora un ingrediente: la firma di “Sanchez” Ghislotti, che riesce finalmente a smarcarsi dalla febbre influenzale per abbandonarsi alla più congeniale febbre del gol. Sua la zampata, con un tocco morbido a fil di palo, che vale il 4-8 finale.

Il Dream Team con questa sconfitta ha forse perso la possibilità di restare in A1, ma il wheelchair hockey italiano non ha perso la speranza di continuare ad annoverare questa società sportiva tra i suoi elementi attivi e pulsanti.

Riccardo Rutigliano
15/3/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.





Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.