Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.143 del 5/23/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Cronaca
Foto Roma, minacce a giocatori giallorossi: manichini impiccati

Striscione con macabro consiglio: ‘dormite con la luce accesa’

Roma, minacce a giocatori giallorossi: manichini impiccati

La Procura di Roma apre un fascicolo contro alcuni ultras della Lazio

Roma - Minacce aggravate. Questa l’ipotesi di reato con la quale la procura di Roma ha aperto un fascicolo nei confronti di alcuni ultras della Lazio legati all’estrema destra romana. L’episodio è quello avvenuto questa notte nel quale sono stati appesi al cavalcavia di via degli Annibaldi, proprio davanti al Colosseo, alcuni manichini impiccati con addosso la maglia della Roma.

Sopra di essi lo striscione è una minaccia: "Un consiglio senza offesa, dormite con la luce accesa". Una scena da brivido. Fra le maglie dei calciatori giallorossi riconoscibili quella di De Rossi, quella dell’attaccante egiziano Salah e quella del campione belga Nainggolan. Uno scenario macabro che ha attirato subito l’attenzione dei passanti.  

All’inizio è stato difficile stabilire chi avesse potuto architettare la messinscena: tifosi della Roma delusa da una stagione assai sotto le aspettative culminata con due derby persi ed un Totti ormai ai margini della squadra? Oppure un’altra puntata del duello fra ultras della Roma e quelli della Lazio?  

Ma poco fa dalla pagine Facebook dei tifosi laziali della Curva Nord è arrivata una netta rivendicazione. Si è trattato dunque dell’ennesimo scontro tra le fazioni più estreme del tifo.

Dunque, secondo quanto hanno rivendicato con tanto di comunicato gli stessi ultrà laziali, nulla avrebbe a che fare con minacce rivolte ai calciatori romanisti dai propri tifosi per motivi legati all'andamento deludente della squadra, ma con un botta risposta iniziato sugli spalti e terminato nel centro storico della Capitale in un modo che ha attirato l'attenzione dei media e della polizia e ha suscitato la reazione indignata delle due società, del governo e della sindaca Virginia Raggi.

R.R.
5/5/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.







Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.