Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.292 del 10/19/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Esteri
Foto Taormina, G7 al via

Inizio all’insegna del gelo tra Trump e Angela Merkel

Taormina, G7 al via

The Donald: ‘Germans are bad’. Gentiloni: ‘Chiediamo risultati, non sara' semplice’

Taormina - Una breve cerimonia inaugurale, poi la foto di famiglia. Alle 11,30 al Teatro greco di una Taormina blindata come mai nella sua storia si è aperto il G7 dei capi di Stato e di governo sotto la presidenza italiana. "Sappiamo che non sarà un confronto semplice. Lo spirito di Taormina ci può aiutare nella giusta direzione", ha detto prima dell'inizio dei lavori il padrone di casa Paolo Gentiloni, non nascondendo una vena di preoccupazione per il risultato finale.

Apprensione condivisa dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk:
"Non c'è dubbio che questo sarà il vertice più impegnativo tra i G7 degli ultimi anni. E non è un segreto che i leader che si riuniscono qui hanno qualche volta posizioni molto diverse su temi come il clima ed il commercio". Ma, ha ammonito Tusk, "il nostro ruolo è di fare di tutto per mantenere l'unità su tutti i fronti".

Però… “Germans are bad, very bad...". Che in italiano suona: "I tedeschi sono cattivi, molto cattivi...". Pare che Donald Trump ce l'avesse con il surplus commerciale di Berlino e non intendesse appiccicare bollini di discriminazione verso i tedeschi, non lì nei colloqui europei che ha avuto ieri a Bruxelles. Quale che sia la lettura giusta, che sia corretta la versione del quotidiano tedesco Spiegel oppure quella più morbida di un imbarazzato Jean Claude Juncker ("Problemi di traduzione"), l'incidente è quanto basta per confermare i problemi di questo G7.

Il commercio internazionale è una delle spine di questo vertice, definito dal presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk "il più difficile dei G7". E certo ieri il protezionista Trump ha fatto di tutto per preparare il terreno dello scontro o almeno per piantare i suoi paletti. "Guardate quanti milioni di auto vendono negli Usa. Spaventoso. Questo lo fermeremo", avrebbe aggiunto sempre parlando dei tedeschi nei suoi colloqui di ieri a Bruxelles.

Gentiloni ha poi aperto i lavori: "Siamo molto felici di avere questa opportunità: la Sicilia ha una posizione geografica particolare, rappresenta un ponte tra le due sponde del Mediterraneo".

R.R.
26/5/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.





Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.