Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.323 del 11/19/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Spettacolo
Foto Nona immortale e sublime

Nuovo appuntamento della stagione estiva dell'Orchestra Verdi

Nona immortale e sublime

Mercoledi' 19 luglio all'Auditorium di Milano

Con la Nona Sinfonia, frutto di un lungo e complesso decennio di riflessioni, Beethoven affronta l'eterno dilemma su in cosa consista la rivelazione della verita' ultima. La forma sinfonica si apre per accogliere l'Inno alla Gioia, profonda contemplazione dell'eternita'. Quando l'opera fu eseguita la prima volta a Vienna (Teatro di Porta Carinzia 7 maggio 1824), la Capitale degli Asburgo divenne il luogo di un appuntamento di cui si era persa da tempo la consuetudine. In effetti Beethoven non regalava una nuova sinfonia da lungo tempo. L’ultimo lavoro di questo genere era stato messo in cartellone il 27 febbraio 1814 - quando l’Ottava aveva ottenuto un buon consenso di pubblico e qualche segno d’incomprensione da parte della critica. Il successo parziale dell’Ottava non aveva certo impedito a Beethoven di progettare nuove sinfonie, anche se il compositore si dedico' per gli anni a seguire alla cameristica. La nuova e ultima sinfonia beethoveniana esprimeva un’urgenza espressiva inaudita. Attraverso l’uso del coro, infatti, l'autore e' riuscito a trasmettere con forza un concetto filosofico, un “programma” che diviene evidente proprio nell’Inno alla Gioia, testo che Beethoven aveva progettato di mettere in musica gia' dal 1793. E cosi', alla “prima”, accompagnata da un successo enorme, il pubblico comprese la portata del messaggio: una tensione di natura illuministica finalizzata al raggiungimento della felicita' universale, nell’esaltazione della fratellanza e nel sincero convincimento della presenza di una Bonta' Celeste, di un Essere Supremo che dal caos primordiale trae un ordine morale a cui ogni uomo e' chiamato a partecipare esercitando la virtu'. Da quel momento la Nona, pubblicata nel 1826 da Schott e dedicata “a Sua Maesta' il Re di Prussia Federico Guglielmo III”, non smise piu' di essere eseguita e di continuare a commuovere il pubblico, il piu' importante testamento spirituale di un uomo senza termini di paragone nella storia della cultura.

Mercoledi' 19 luglio alle ore 20.30
Auditorium Fondazione Cariplo
Largo Mahler, Milano

Ludwig van Beethoven: Sinfonia n. 9 in Re min. op 125

Soprano Gal James
Contralto Sonia Prina
Tenore Moritz Kallenberg
Baritono Daniele Caputo
​Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico
di Milano Giuseppe Verdi
Maestro del Coro Erina Gambarini
Direttore Claus Peter Flor

Biglietti: a partire da 15 euro

www.laverdi.org

Fabio Calderola
fabio.calderola@voceditalia.it
17/7/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.






Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.