Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.294 del 10/21/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Politica
Foto Brexit, May a Firenze: ‘Lasciamo l’Ue, non l’Europa’

Agli italiani In UK: ‘Siete un valore aggiunto per noi’

Brexit, May a Firenze: ‘Lasciamo l’Ue, non l’Europa’

Per la premier britannica ‘Serve un accordo creativo’

Firenze - Gran Bretagna e Ue possono essere «creativi» nello stabilire una nuova relazione dopo la Brexit. È la posizione della premier britannica Theresa May, che sottolinea «gli occhi del mondo sono puntati su di noi». Per il primo ministro è dovere di Londra e Bruxelles trovare un accordo e lei si sente in proposito «ottimista». Non solo, il successo dell’Ue è «profondamente» nell’interesse nazionale del Regno Unito.


May è a Firenze accompagnata dal ministro degli Esteri Boris Johnson, dal Cancelliere dello Scacchiere Philip Hammond e dal ministro per la Brexit David Davis: dopo l’arrivo nel capoluogo toscano la premier fa visita al complesso di Santa Maria Novella, sede dell’ex scuola dei marescialli dei carabinieri e ora prestigiosa sede del Comune, dove parla a una ristretta platea di invitati. Presente anche il sindaco di Firenze Dario Nardella e l’ambasciatrice britannica in Italia, Jill Morris.


Ad ascoltare il leader un parterre di circa 200 ospiti, soprattutto imprenditori e finanzieri italiani e britannici, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, e a nome del governo italiano, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega per gli Affari europei, Sandro Gozi.


Nessun leader europeo (ma numerosi ambasciatori e rappresentanti di ambasciate) né rappresentanti della Commissione europea.


Dunque un intervento dedicato ai termini più cruciali della Brexit che ha toccato anche i suoi risvolti legati alla sicurezza dell’Europa tutta. A questo proposito la cooperazione fra Gran Bretagna e Ue è destinata a continuare anche dopo la Brexit poiché è basata su “comuni valori” di democrazia, di libertà, di rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto come ha tenuto a precisare la May.


E poi il messaggio diretto agli ospiti italiani. “Vogliamo che restiate, siete un valore aggiunto per noi” è stata l’affermazione della May riferendosi ai 600.000 italiani che vivono nel Regno Unito. “Vogliamo che i cittadini Ue possano restare, con gli stessi diritti che hanno ora”.


R.R.
24/9/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.





Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.