Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.294 del 10/21/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Esteri
Foto Isis: diffuso nuovo video di Al Baghdadi

Il leader del sedicente Califfato è ancora vivo?

Isis: diffuso nuovo video di Al Baghdadi

Il messaggio sembra voler incitare i seguaci a combattere nonostante le sconfitte dell’ultimo anno

Baghdad (Iraq) - Ieri sera lo Stato Islamico (o ISIS) ha diffuso una registrazione della voce del suo leader, Abu Bakr al Baghdadi, per la prima volta dallo scorso novembre. Nella registrazione, lunga 46 minuti, Baghdadi si è rivolto ai combattenti dello Stato Islamico, celebrandoli tra le altre cose per la resistenza mostrata a Mosul, la città riconquistata dall’esercito iracheno questa estate, ha fatto dei riferimenti indiretti ai recenti attacchi terroristici alla metropolitana di Londra, nel centro di Barcellona e in Russia.

Nel lungo audio - privo di una data certa - di 46 minuti, il portavoce del sedicente Califfato Abu Hassan al-Muhajir. dice tra l’altro: "I nostri uomini di Mosul si sono rifiutati di consegnare la terra dove vigeva la sharia se non pagando un terribile tributo di sangue e l'hanno ceduta dopo circa un anno di combattimenti".

Il leader di Isis fa esplicito riferimento alla perdita di Mosul - avvenuta ai primi di luglio di quest'anno
e dove le prime operazioni per stapparla ai jihadisti sunniti risalgono al 16 ottobre 2016 - elemento che conferma che, contrariamente a quanto sostenuto dai russi, il sedicente Califfo non sarebbe morto nel raid del 28 maggio.

Questo elemento e il riferimento alle minacce della Corea del Nord contro Usa e Giappone - tante dopo l'insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, il 20 gennaio scorso, ma la più recente il 14 settembre - inducono a pensare che Al Baghdadi potrebbe essere ancora vivo. 

La diffusione del messaggio di Baghdadi sembra avere avuto un duplice obiettivo: dimostrare che il leader dello Stato Islamico è ancora vivo, e spingere i combattenti dell’ISIS a continuare a combattere, nonostante le molte sconfitte militari dell’ultimo anno. Solo nel 2017 lo Stato Islamico ha perso il controllo di Mosul, la principale città che controllava in Iraq; di Tal Afar, centro vicino a Mosul molto importante per la sua posizione geografica; e parte di Raqqa in Siria, una volta considerata la sua capitale, dove una coalizione di arabi e curdi appoggiata dagli Stati Uniti sta logorando la resistenza dell’ISIS.

Nonostante le sconfitte in Iraq e in Siria, cioè nel territorio del Califfato, di recente lo Stato Islamico ha avuto la forza di guadagnare terreno da altre parti: per esempio è ricomparso in Libia e ha creato delle importanti alleanze nelle Filippine, dove sta ancora combattendo una battaglia molto violenta nella città di Marawi, sull’isola di Mindanao.
     
R.R.
29/9/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.





Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.