Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.321 del 11/17/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Spettacolo
Foto Il meraviglioso violino di Isabelle Faust

La stagione della Iuc

Il meraviglioso violino di Isabelle Faust

Applauditissimo concerto interamente bachiano assieme al clavicembalista Kristian Bezuidenhout

Sabato 4 novembre la stagione dell’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma ha ospitato la violinista Isabelle Faust che tornava a Roma assieme al clavicembalista Kristian Bezuidenhout per proporre un programma interamente dedicato a Johann Sebastian Bach, evento che ha richiamato nella storica sala dell’Aula Magna dell’Università La Sapienza un foltissimo pubblico che al termine ha applaudito calorosamente gli interpreti, testimonianza di incondizionato gradimento per quanto ascoltato.

Questo successo è ascrivibile ad una serie di fattori. Senza dubbio all’intensità dell’esecuzione dovuta alla straordinaria musicalità dei due interpreti sul palco ma, anche, ad un programma costruito intelligentemente sia per esaltare le qualità degli interpreti, sia per rendere evidente l’evoluzione stilistica presente in Bach anche se questa evoluzione non è parallela all' arco temporale di produzione di queste opere-.

E’ questo infatti Il pregio principale di quanto abbiamo ascoltato all’Aula Magna della Sapienza, un programma che ci ha fatto capire con chiarezza come si è evoluto lo stile di Bach nel comporre brani per violino e clavicembalo. Iniziando dalla Sonata in sol maggiore BWV 1021 nella quale il violino assume aspetto preponderante riservando al clavicembalo una funzione prettamente d’accompagnamento per poi giungere alle altre tre, tutte appartenenti al ciclo ‘Sei Sonate per violino e clavicembalo BWV 1011-1019’ , che portano ad un progressivo quanto radicale cambiamento del rapporto tra i due strumenti per raggiungere una quasi perfetta ‘polistumentalità’.

Nello specifico parliamo di quella in Mi maggiore BWV 1016, quella in Do minore BWV 1017 con il programma concluso dalla Sonata in la maggiore BWV 1015, la più famosa di questo gruppo, con la quale Bach si allontana dalla struttura delle altre, scritte nello stile delle cosiddette sonate ‘da chiesa’, vale a dire in quattro tempi con l’alternanza dei tempi Adagio-Allegro, regalando agli ascoltatori un delizioso Andante un poco incastonato tra il grandioso Allegro Assai ed il travolgente Presto finale.

A metà di ognuna delle due parti del concerto due brani prettamente ‘solistici’. La Sonata n. 2 in la minore BWV 1003 per violino di stampo straordinariamente polifonico accompagnato ad un vorticoso virtuosismo il tutto frutto della genialità del compositore. Al clavicembalo, invece, è stata riservata la Toccata in re minore BWV 913. Grande architettura contrappuntistica che impegna lo strumentista alla massimo delle possibilità.

Isabelle Faust ha fornito una prova di grande spessore interpretativo, confermando il suo pieno dominio dello strumento offrendoci sfumature veramente entusiasmanti come, ma solo a titolo di esempio, nell’adagio iniziale della sonata BWV 1021 trapuntato da sonorità impalpabili facendoci ascoltare un ‘pianissimo’ di rara bellezza così come tutte le volute ed i preziosismi della sonata BWV 1003, realizzati con enorme sicurezza frutto del possesso di una solida e raffinata tecnica esecutiva.

Il clavicembalista Kristian Bezuidenhout si è rivelato partner ideale per una strumentista di grande livello come la Faust, soprattutto per esaltare quella complementarità tra i due strumenti che distingue questi brani, superando agevolmente tutte le difficoltà della Toccata BWV 913. Tra i due traspariva un’intesa musicale profonda materializzatasi con straordinaria efficacia nella superba Sonata in la maggiore BWV 1015 che ha concluso questa serata, per certi versi indimenticabile che, come prima accennato, è stata gradita dal numeroso pubblico presente.


Claudio Listanti
claudio.listanti@voceditalia.it
Nella foto la violinista Isabelle Faust (Foto Felix Broede)
10/11/2017








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.






Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.