Voceditalia Top la Voce d'Italia - nuova edizione anno V n.147 del 5/27/2017 Privacy Policy
Voceditalia Top
Voceditalia Top
Logo Voce d'Italia
Voceditalia Top
Spettacolo
Foto 'Storia dell'oca'

In prima nazionale a Vigevano

"Storia dell'oca"

Una favola "nera" per gli adulti

Uno dei problemi che affligge la nostra società riguarda la violenza , fisica e/o psicologica, sui minori, quei piccoli esseri umani che non si sono ancora costruiti una loro personalità e quindi non sono in grado di difendersi.Ed è proprio questo il tema affrontato in “Storia dell’oca” di Michel Marc Bouchard in scena, in prima nazionale, al Teatro Cagnoni di Vigevano, martedì 13 novembre, data a cui seguirà un tour .

Sotto analisi i rapporti familiari attraverso lo sguardo di un bambino, infatti i protagonisti della vicenda sono Maurice, all’età di nove anni, e Maurice trentenne narratore, oltre a un’oca parlante di nome Teeka. Il testo è il racconto di una giornata che il bambino e l’oca passano insieme, del viaggio immaginario che compiono per fuggire dalla realtà che li circonda. Li vedremo parlare, ridere, litigare, entrare in casa e vediamo la casa trasformarsi in una giungla dove Maurice e Teeka vivono delle fantastiche avventure. Dai suoi strani comportamenti e dai suoi ambigui dialoghi con Teeka, capiremo che Maurice è vittima di violenza da parte dei genitori, al rientro dei quali per non venire punito, sarà costretto a torcere il collo dell’oca e ad ucciderla, a reprimere la propria fantasia e la propria immaginazione sotto l’ennesima minaccia di violenza. Quella stessa violenza che Maurice ormai accetta come normale, essendo tutto ciò che conosce, il suo unico orizzonte.

Scritto come se fosse una favola per bambini, un testo sicuramente forte e ricco di significato che si snoda attraverso un adulto che ricorda il suo essere bambino, una fanciullezza vissuta nella sofferenza e nell’omertà determinata dalla paura di soffrire, quella stessa che lo porterà a sacrificare la sua “amica” oca per evitare che qualcuno sappia o conosca tutto ciò di cui è vittima e da cui non può scappare .

In scena quindi, come afferma Michel Marc Bouchard “una storia di leggi. Una storia di violenza ereditaria che, come la miseria, si trasmette di generazione in generazione” e ancora “Il mio lavoro è stato quello di cercare una via d’uscita per Maurice. Quelle che ho trovato fanno parte dell’universo della nevrosi. Lui prega Bulamutumumo così come i suoi genitori pregano Dio. Spera di diventare Tarzan, così come Teeka, l’oca bianca, sogna di poter volare un giorno. Maurice trova almeno in parte una soluzione reale sottomettendosi ai colpi, investendo nel vile baratto che quei colpi gli consentono. Ecco le sue vie d’uscita. 
Non interroga l’essenza di quella violenza: fa parte delle leggi”.

"Storia dell’oca"
di Michel Marc Bouchard
con Sara Borsarelli e Nicola Russo
traduzione Francesca Moccagatta
regia di Nicola Russo
drammaturgia di Nicola Russo e Sara Borsarelli
scene, Costumi e realizzazione bambole di Giovanni De Francesco
luci di Cristian Zucaro
suono di Jean Christophe Potvin
una produzione TEATRIDITHALIA per Oltre Il Palcoscenico

13 novembre 2007
Teatro Cagnoni- Vigevano
Info: 0381 82242 

16 novembre 2007
Cinema Teatro Vittoria
Ponte in Valtellina –Sondrio
Info: 0342 489087 

23 novembre 2007
Auditorium S. Antonio
Morbegno –Sondrio
Info: 0342 601140 

25 novembre 2007
Teatro Sociale
Como
Info: 031 270171

Claudia Logoluso
claudia.logoluso@voceditalia.it
12/11/2007








Commenti a questo articolo (0)


Nessun commento attualmente inserito

Commenta questo articolo

Nome:
E-mail:
Titolo:
Commento:


Condizioni del servizio e Informativa
ex art. 13 Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Scaricala in PDF)
              Accetto - Non accetto       

Note:
-Si prega di inserire solo commenti riguardanti l'argomento dell'articolo.
-E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam.






Youtube TVoce


«"La Voce d'Italia" Il 1° quotidiano indipendente online fondato e diretto da Marco Marsili. Vicedirettore Anna Belardi. Caporedattore centrale Daniele Orlandi. Responsabile TVoce Jonathan Minimo . Editore e proprietario: Elimar Srl, via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy - CF/P. IVA 06355480960 - REA MI 1886850. Direzione, redazione e luogo di stampa: via Ponte Seveso 35, 20125 Milano (MI), Italy. Iscr. Tribunale di Milano n. 215 del 28.3.2006. Contatti: - Advertising: - tel. 0239620017-0287156229 fax 0270030075. Anno VII Copyright © 2007/2014 Elimar Srl. Responsabile trattamento dei dati (D.Lgs. 196/2003): il direttore responsabile pro tempore. Tutti i diritti sono riservati sensi della normativa vigente (lda 633/41). La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche, i video) è espressamente vietata in assenza di autorizzazione scritta.